mercoledì 16 marzo 2016

Il rock di ieri e di oggi tra radio, televisione, informazione e tecnologia. Carlo Massarini per l'Università degli Studi del Sannio

Il rock di ieri e di oggi tra radio, televisione, informazione e tecnologia. Carlo Massarini per l'Università degli Studi del Sannio
BENEVENTO - Carlo Massarini apre TranSonanze, lunedì 21 marzo 2016. Il rock di ieri e di oggi tra radio, televisione, informazione e tecnologia. Ore 17, Aula Bonazzi, Conservatorio Nicola Sala, via Mario La Vipera 1, Benevento, ore 21, Teatro De Simone, via Niccolò Franco 18, Benevento. Lunedì 21 marzo 2016 con Carlo Massarini parte TranSonanze - Festival di scritture rock, la rassegna dedicata alla comunicazione rock che si terrà a Benevento fino a giugno 2016. Ideata e diretta da Donato Zoppo, patrocinata dall'Università degli Studi del Sannio con il Conservatorio Nicola Sala, TranSonanze coinvolge alcuni dei più autorevoli operatori musicali italiani, con il fil rouge del rock come linguaggio aggregativo. Il progetto - promosso nell'ambito della attività didattiche di Diritto e Letteratura, insegnamento istituito nel 2008 presso Unisannio - rientra infatti nelle iniziative dell'ateneo sannita volte alla ricerca sui linguaggi giovanili legati alla creatività e all'arte.
Popolarissimo giornalista, conduttore radiofonico e televisivo attivo dai primi anni '70, Carlo Massarini sarà il primo protagonista dei quattro "dialoghi" di TranSonanze: alle 17.00 workshop con gli studenti (Aula Bonazzi del Conservatorio), alle 21.00 incontro con il pubblico (Teatro De Simone), a cura di Donato Zoppo e del professore Felice Casucci - docente di Diritto e Letteratura presso Unisannio e coordinatore del progetto per conto dell'Università. Massarini offrirà la sua testimonianza di professionista di fama: voce storica di trasmissioni Rai come Per voi giovani e Popoff, fotoreporter per Popster e Rolling Stone, protagonista dell'indimenticabile Mister Fantasy nella prima metà degli '80 e negli ultimi anni autore e conduttore per Rai 5 e Virgin Radio, Massarini approfondirà l’evoluzione della comunicazione musicale in Italia dagli anni '70 a oggi e i rapporti tra rock italiano e straniero. L'incontro serale vedrà la partecipazione dei Lemon Haze, band legata alla tradizione rock anni 60/70, e degli allievi del Biennio di Jazz del Conservatorio N. Sala, diretti dai maestri Aldo Bassi (tromba) e Francesco Branciamore (batteria).
I prossimi incontri della rassegna si terranno ad aprile, maggio e giugno. Lunedì 11 aprile Carmine Aymone e Michelangelo Iossa porteranno la propria testimonianza di giornalisti e curatori della mostra Rock!; lunedì 9 maggio entrerà in gioco il mondo dell'avanguardia e della musica di confine con Antonello Cresti; gran finale lunedì 13 giugno con Federico Guglielmi, testimone d'eccellenza per comprendere le direzioni del rock italiano nell'ultimo trentennio.
CARLO MASSARINI: Il rock di ieri e di oggi tra radio, televisione, informazione e tecnologia. 
Nato a La Spezia nel 1952 e cresciuto in Canada, Carlo Massarini si dedica in giovanissima età alla musica: dai 1971 al 1974 conduce per Radio Rai, insieme ad altri conduttori, la trasmissione di musica rock e pop Per voi giovani, diventando una delle voci più popolari e amate dell’etere nazionale. Dal 1973 al 1977 conduce le trasmissioni radiofoniche serali Popoff e Radio2 21.29, nelle quali propone alcuni artisti fino a quel momento poco conosciuti come Bruce Springsteen, Eric Andersen, Tom Waits, Bob Marley, Joni Mitchell e soprattutto Jackson Browne, che Massarini ha il merito di aver introdotto in Italia traducendone alcuni testi in italiano. Anni dopo sarà proprio lui ad accompagnarlo nei primi concerti italiani e a intervistarlo in alcuni suggestivi scorci romani in uno special per Mister Fantasy, 'Mister Fantasy and Mister Real'. Negli anni ‘70 lavora come fotografo e giornalista per Popster (1976-79) e Rolling Stone (1980). Passa il 1979 a New York come inviato di Popster. Dal 1981 al 1984 è conduttore ed autore di Mister Fantasy, trasmissione di Rai 1 di oltre 150 puntate dedicata alla videoarte e al videoclip. Nel 1986 conduce, sempre sullo stesso canale, Non necessariamente, pionieristico progetto di "varietà tecnologico televisivo" che utilizza tecniche miste cinematografiche, video e di grafica computerizzata. Co-conduce il Festival di Sanremo sia nel 1987 (con Pippo Baudo) sia nel 1988 (con Miguel Bosè e Gabriella Carlucci). In entrambe le edizioni cura le presentazioni dei collegamenti dal Palarock dove si esibiscono le varie star internazionali invitate come ospiti al Festival. Sempre per la Rai, è autore e conduttore, alla fine degli anni ‘80, di Tam Tam Village. Dal 1995 al 2002 conduce MediaMente, produzione Rai Educational di approfondimento su Internet e le nuove tecnologie. Nel 2009, a 25 anni di distanza dall'ultima puntata di Mister Fantasy, pubblica Dear Mister Fantasy, un avvincente fotolibro sugli anni ’70 e ’80, che ha vissuto come fotografo e giornalista musicale. Nel 2010 realizza sei puntate speciali di Mister Fantasy intitolate Mister Fantasy R&R, Reload & Rewind. Ricarica & Rivedi, trasmesse da Rai Sat Extra. Dal 10 gennaio 2011 conduce Cool Tour su Rai 5, dedicata a tutto ciò che fa tendenza nella società e nello spettacolo. Dal 16 gennaio 2013 conduce su Rai 5 Cool Tour Classic Rock, in cui si parla di connessioni tra passato, presente e futuro di musica rock e dintorni. Dal 21 gennaio 2014 conduce Ghiaccio Bollente, in onda su Rai 5: introdotto il martedì e sabato dal Magazine GB, è un flusso notturno di concerti, documentari, film, dedicato a ogni genere di musica. Dall'ottobre 2014 conduce su Virgin Radio Absolute Beginners, pillole quotidiane sugli artisti 'alle radici del rock'.
A Benevento Massarini offrirà la sua testimonianza di professionista di fama internazionale, approfondendo l’evoluzione della comunicazione musicale in Italia dall’inizio degli anni ’70 ad oggi, con particolare attenzione al mondo della radio e della tv, e alle relazioni tra rock italiano e straniero.
Donato Zoppo (Salerno, 1975): cronista musicale operante nel Sannio, ideatore del Progetto TranSonanze, scrive per i mensili Audio Review e Rockerilla e per il magazine Jam. Dal 2007 conduce Rock City Nights, contenitore rock con sulle frequenze di Radio Città BN. È autore di vari libri dedicati a nomi come Genesis, PFM, Lucio Battisti etc; ha partecipato a volumi collettivi come I 1000 concerti che vi hanno cambiato la vita (Rizzoli), ha prodotto per Mellow Records Guitar Dancing In The Light (2008), ha curato per Cramps L'Anthologia Progressive, dedicata al rock progressivo italiano.
Lemon Haze: Ugo Porfido - voce, chitarra acustica, flauto; Giampaolo Capone - chitarra elettrica, cori; Diego Ruggiero –basso; Simone Paglia – batteria.
Formazione nata ad Amsterdam ma composta da quattro musicisti sanniti, i Lemon Haze celebrano la nascita, l'affermazione e la splendida maturità del rock a cavallo tra la fine degli anni ‘60 e l'inizio dei ’70. Con centinaia di concerti alle spalle, il quartetto omaggia i classici dell’epoca d’oro rock, guardando sia alle atmosfere acustiche della West Coast, sia a quelle elettriche e istintive dell'Inghilterra.

Nessun commento:

Posta un commento